Catasto delle torri di raffreddamento - ::. COMUNE DI MARCALLO CON CASONE - MI .::

archivio notizie - ::. COMUNE DI MARCALLO CON CASONE - MI .::

Catasto delle torri di raffreddamento

 
Catasto delle torri di raffreddamento

Servizio Telematico Ge.T.Ra. - Gestione Torri di Raffreddamento - Censimento di cui all'art.61 bis LR 33/2009

 

 

La Regione Lombardia, con le modifiche apportate nel giugno 2019 alla L.R. n. 33/2009 “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità”, ha posto in capo ai Comuni l’obbligo di predisporre e curare il registro delle torri di raffreddamento a umido e dei condensatori evaporativi al fine di prevenire e monitorare i rischi ambientali per la legionella.

Per “torre di raffreddamento” si intende ogni tipo di apparato evaporativo (torre di raffreddamento a circuito aperto, torre evaporativa a circuito chiuso, condensatore evaporativo, raffreddatore evaporativo, scrubber) utilizzato in impianti di climatizzazione di edifici (residenziali o ad uso produttivo), in processi industriali, in impianti frigoriferi o in sistemi di produzione energetica, caratterizzato dall’impiego di acqua con produzione di aerosol ed evaporazione del liquido.

 

I Comuni devono quindi predisporre e curare la tenuta di un registro delle torri di raffreddamento ad umido e dei condensatori evaporativi esistenti sul proprio territorio da implementarsi mediante notifica con “Scheda per la registrazione al catasto comunale delle torri di raffreddamento-condensatori evaporativi (legge regionale 33/2009 art.60 bis1)” da parte dei responsabili degli impianti.

 

E' stato sviluppato da Regione Lombardia, un applicativo web per la gestione delle suddette notifiche.

Il Servizio Telematico Ge.T.Ra. - Gestione Torri di Raffreddamento, attraverso il quale notificare al Comune e senza soluzione di continuità alle ATS, la presenza degli impianti di raffreddamento e le informazioni di cui alla “Scheda per la registrazione al catasto comunale delle torri di raffreddamento-condensatori evaporativi” prevista dal comma 5 dell’articolo 60 bis1 della Legge regionale 33/2009 “Testo unico delle leggi regionali in materia di sanità” (aggiornato con art. 36, comma 1, lett. a della l.r. 6 giugno 2019, n. 9).

 

Il Servizio Ge.T.Ra. è raggiungibile all’indirizzo https://www.previmpresa.servizirl.it/getra/

 

I proprietari, caricando i dati degli impianti di raffreddamento nelle apposite maschere, entro il 28.02, inviano tramite il servizio on line, senza oneri aggiuntivi, la notifica e successivamente ogni nuova installazione, ogni modifica ed ogni cessazione permanente (entro novanta giorni).

 

La notifica attraverso il servizio,  assegna a ciascun impianto di raffreddamento un univoco numero di registrazione regionale a cui il proprietario dovrà sempre riferirsi nel caso di un aggiornamento dei dati e a cui le ATS, nel sistema Impres@-BI, assoceranno i relativi controlli.

 

Indicazioni operative di accesso:

Proprietari impianti: accedere al servizio Ge.T.Ra. con la propria CRS/CNS(è richiesto il PIN) /SPID e seguire le istruzioni del manuale d’uso “Guida per l’utente Proprietario Impianto”

 

Assistenza Telefonica:

Contattare il numero verde "800.070.090" (orari da Lun a Ven non festivi dalle 09.30 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30) specificando all'operatore che viene richiesta assistenza per il Servizio "Ge.T.Ra."

Assistenza via E-Mail: Inviare una mail all'indirizzo "spoc_prevenzione@lispa.it" indicando come oggetto la parola "Ge.T.Ra."

 

 

Si rimanda alle “Linee guida per la prevenzione ed il controllo della Legionellosi” per la corretta gestione degli impianti e per l’illustrazione delle attività a carico dei gestori per garantire il contenimento del rischio di legionella (si veda in particolare il paragrafo “5.7. Gestione degli impianti di raffreddamento a torri evaporative o a condensatori evaporativi”).  Si ricorda che i gestori dell’impianto sono responsabili della tenuta dei seguenti documenti da mettere a disposizione del personale delle ATS durante i momenti di controllo:

  •  documento di valutazione e gestione del rischio legionella
  •  presenza di un piano di autocontrollo per ricerca di legionella e relativi esiti
  •  schema dell’impianto, planimetria e documentazione fotografica
  •  registro di manutenzione dell’impianto
  •  schede tecniche dei prodotti utilizzati per pulizia e disinfezione

 

Allegato

Linee giuda per la prevenzione ed il controllo della Legionellosi

 


Pubblicato il 
Aggiornato il